Solitudine – Poesia di Flora Febbraio

In questo tempo di dolore e morte per il terribile contagio,  pensando a tutte le persone che si trovano nelle trincee ospedaliere in prima linea,  medici e infermieri ma anche tutti i collaboratori e, contestualmente, ammalati e loro familiari, sento le loro fragilità e quindi la loro solitudine.

Flora Febbraio

 

Solitudine

 

Nel viaggio della vita

Spesso ti ho incontrata

E cucita sulla pelle ti ho sentita

Se i tuoi passi

Inciampano nei miei neppure il mare

mi fa più sognare.

Scacciata, fredda e silenziosa

Ritorni ti accomodi a fianco

E nel subbuglio dell’anima

Cerchi delizia.

Tormento ed insonnia

Afflizione e sconcerto

Intemperanza ed eccessi

Colorano il cielo.

Ti impossessi del tempo

E irrequieta risposte tu vuoi.

Al passo o al galoppo

Sgambetti furente.

Con te si fanno i conti

Nell’alfa e nell’omega.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi