Riposizionamento competitivo e strategico: Castelluccio Inferiore riparte dallo studio e dalla riqualificazione territoriale

Il 17 marzo 2021 è stata firmata la convenzione tra Politecnico di Torino, Tanteitalie BV e il Comune di Castelluccio Inferiore.

Castelluccio Inf- S. Tommaso

Si tratta di un accordo di estrema importanza per il territorio, che consentirà di sviluppare il Programma di Riposizionamento Competitivo e Strategico di Castelluccio Inferiore attraverso una serie di attività di analisi e studio che il Politecnico di Torino integrerà grazie al supporto dell’Ente territoriale.

Se il Comune di Castelluccio Inferiore fornirà l’assistenza logistica (ad esempio organizzando momenti didattici in forma di visita a edifici del territorio), il Politecnico promuoverà la redazione di tesi di laurea e dottorato, e altre forme di attività didattica quali workshop o cantieri-scuola relativi ai temi di interesse per il territorio.

Fondamentale, inoltre, sarà il ruolo svolto da Tanteitalie BV che parteciperà a titolo di ente coordinatore, allo scopo di integrare le attività del Programma di Riposizionamento Competitivo e Strategico.

“Siamo felici di questo risultato concreto – commenta il sindaco di Castelluccio Inferiore, Paolo Campanella – si tratta di una strategia ambiziosa, che ormai ha varcato i confini internazionali e che sicuramente porterà buoni successi per Castelluccio e per tutto il territorio del Mercure Lao.”

È importante sottolineare che Castelluccio Inferiore, da tempo attivamente coinvolto in molteplici attività di promozione, è stato uno dei cinquanta comuni italiani ad essere inseriti nella convenzione ANCI per il recupero e la salvaguardia sismica. A breve prenderanno avvio anche i primi cantieri di consolidamento strutturale in concerto con l’analoga opera di “ristrutturazione” immateriale che Politecnico, Comune e Tanteitalie si accingono a mettere in atto.

“L’avvio dei primi cantieri – rimarca Campanella – non può far altro che dare maggiore supporto all’intero progetto: la rinascita del territorio, infatti, produrrà buone pratiche, restauro di beni ed edifici e nuova occupazione. Si tratta di un meccanismo a catena che una volta avviato, ne siamo certi, produrrà buoni frutti. Per noi è una grande soddisfazione.”

Castelluccio inf.

La Convenzione prevede la nascita di un Comitato di Indirizzo e Coordinamento di cui fanno parte il Sindaco Paolo Campanella, la Professoressa Silvia Gron, il dr. Vincenzo Toscani, e – a titolo delle funzioni di concezione e indirizzo strategico del Programma di Riposizionamento – l’ing. Leo Giannotti.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi