Centenario della nascita di Remo Gaspari, un lucano di Anzi suo stretto collaboratore

Remo Gaspari è stato un protagonista della politica italiana (16 volte ministro,10 volte deputato) e per decenni leader della Dc abruzzese. Ha fatto della politica al servizio del bene comune, della coerenza e della fedeltà alle idee una bandiera fissa.

Gaspari con il presidente Ciampi

Un guerriero come veniva definito per la sua tenacia e caparbietà con le doti di un uomo vincente. Ha lasciato la politica da fuoriclasse al momento giusto nel 1993. Anche quando ha subito attacchi ingenerosi dagli avversari politici è rimasto sempre in linea con i suoi principi etici e con la sua filosofia di vita dimostrando a tutti la sua statura morale.

Remo Gaspari e Rocco Mente

Per oltre 40 anni ha avuto come stretto collaboratore che lo ha accompagnato sempre nei suoi viaggi per l’Italia ed in tutti comuni e frazioni dell’Abruzzo un lucano originario di Anzi Rocco Mente.

Remo Gaspari con Papa Giovanni Paolo II

Lui era fiero di averlo avuto come collaboratore ed ogni volta che incontrava Emilio Colombo di cui era amico gli ricordava che “portava in giro anche la Lucania“. Nella mia esperienza di parlamentare spesso lo incontravo di buon mattino nel Transatlantico della Camera dei Deputati. Si fermava quasi sempre a parlare raccontando aneddoti ed episodi della sua vita parlamentare e non lesinava suggerimenti e consigli sui provvedimenti da approvare.

Gaspari e Colombo

L’attaccamento forte alla sua terra d’origine, contribuendo a farla uscire dalle condizioni di sottosviluppo degli anni 50, facendola diventare una regione modello per le infrastrutture, per i distretti industriali, i servizi di eccellenza, la lungimiranza nell’intuire il corso degli avvenimenti nonché la tenace volontà nello studiare e portare a soluzione i tanti problemi legati alla attività politica nazionale e locale, hanno fatto di Remo Gaspari una delle personalità della Dc più popolare.

A 100 anni dalla sua nascita (10 luglio 1921) e a dieci anni dalla sua scomparsa (19 luglio 2011) il suo Abruzzo lo ricorderà con mostre, convegni, presentazione di libri, intestazioni di piazze e vie compreso l’annullo speciale di un francobollo commemorativo.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi