Centenario della nascita di Francesco Petrullo primo Sindaco DC di una giunta di centro-sinistra al Comune di Potenza

Il 4 maggio 1922, a Savoia di Lucania, nasceva Francesco (per gli amici “Cecchino”) Petrullo. Di lui molti ricordano che è stato Sindaco della Città di Potenza dal 1964 al 1970. Pochi, tuttavia, sanno che, in tale veste, fu il primo a guidare una giunta di centro sinistra, dopo la svolta del congresso di Napoli con cui la Dc aprì una nuova fase nella vita politica del Paese.


Cecchino Petrullo, da sempre cattolico convinto e sincero democratico, ha fatto parte di quella generazione che, con Verrastro, Picardi, Marotta, Lospinoso, Lapenta, Leggieri, Cervellino e sotto la guida politica di Emilio Colombo, negli anni ’50 e ‘60 ha consolidato la presenza della Dc sul territorio della provincia di Potenza.

Presidente della Comunità Braccianti, Consigliere Provinciale dal 1952 al 1964 (eletto nel collegio di Potenza), vice-presidente della Provincia guidata da Verrastro, Petrullo ha partecipato attivamente alla vita amministrativa fino a diventare, nel 1964, Sindaco di Potenza (della quale era già consigliere comunale dal 1960).

Da primo cittadino è stato testimone di una pagina importante della storia politica potentina, fatta di rappresentanza, autorevolezza, visione ed orgoglio dell’appartenenza politica. Basta ricordare che, del consiglio comunale da lui presieduto, facevano parte 5 futuri parlamentari (Sanza per la Dc, Grezzi e Scutari per il Pci, Bardi per il Psi e Spadazzi per il PLI) e ben 7 futuri consiglieri regionali (oltre a Sanza, Bardi e Spadazzi, per la Dc Vinci, Ferri, Giuliani e Potenza, per il Psiup Antonio Micele).

La sua amministrazione si caratterizzò per le risposte date in quegli anni alla forte domanda abitativa, conseguente al rilevante fenomeno della crescita demografica del Capoluogo per l’afflusso dai paesi della provincia. I provvedimenti urbanistici dell’epoca furono alla base della nascita di nuovi quartieri e della infrastrutturazione della Città.

Con lui Sindaco ed Angelo Sanza assessore allo sport, fu progettata la piscina di Montereale. Sempre con lui Sindaco, nonché componente del direttivo del Nucleo industriale di Potenza (presidente Gino Viggiano), si posero le basi per la progettazione del ponte Musumeci e per l’insediamento delle prime realtà industriali nell’area del Basento di Potenza, dando così una risposta anche alle esigenze occupazionali.

Avvocato amministrativista agli esordi dei TAR di notevole fama regionale ed extra regionale, nominato nel 1970 presidente della Sezione di controllo di Potenza sugli atti dei comuni (in quanto tale punto di riferimento per gli amministratori a prescindere dal partito di appartenenza), fine oratore, elegante nei modi, disponibile all’ascolto, per noi allora giovani Dc era un vero “maestro politico”.

Cecchino Petrullo è stato anche un grande amante dello sport. È lui il presidente del Potenza Calcio (dal 1958 al 1965) delle tre promozioni: dalla prima categoria alla serie D, poi alla serie C ed infine alla indimenticabile serie B. A lui, divenuto Sindaco, successe alla presidenza Nino Ferri.

Promozione del Potenza Calcio in serie B

La storia umana e politica di Petrullo, nel centenario della sua nascita, conferma ancora una volta la grande capacità di quella Dc di saper scegliere la propria classe dirigente tra le migliori intelligenze della società lucana. Uomini come Cecchino, capaci di porre, in maniera disinteressata, il proprio bagaglio di esperienza e la propria capacità di visione del futuro al servizio della comunità, sempre ispirati dagli ideali cattolici democratici, rappresentano l’orgoglio non solo della Città di Potenza ma dell’intera regione Basilicata.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi