I soldi pubblici vanno spesi bene. 3 ^ parte

Le amministrazioni comunali dei piccoli centri e delle città oltre ad assolvere alle funzioni stabilite dalle leggi nazionali e regionali dovrebbero svolgere anche (direi soprattutto) un ruolo di promozione e sviluppo dell’economia locale in un un contesto poi più ampio.

foto dell’area artigianale e dei terreni golenali di Francavilla

In questa ottica  negli anni ’80 l’ultima amministrazione social-comunista si è mossa quando progettò una porcilaia pubblica, una casa di riposo e avviò l’ipotesi della forestazione produttiva. Purtroppo questa impostazione è  stata disattesa dalle altre amministrazioni che si sono succedute.

Fu accantonato il progetto della porcilaia che doveva sostituire i cosiddetti “catuoi“, ricoveri per i maiali fatti allontanare dal centro abitato per motivi igienici ed essere assegnati ai giovani in cooperativa.

La casa di riposo in fase di costruzione dal 1980 non è stata mai completata. In un primo momento i locali rustici furono adibiti a centro di raccolta rifiuti urbani ingombranti, mentre oggi, dopo un grande intervento finanziario, ospitano l’associazione ARCI e il centro educativo per disabili. Precedentemente questo centro che porta il nome del defunto Parroco, amato e stimato da tutta la popolazione, don Pino Terracina  era allocato nell’edificio  scolastico di San Biase, in montagna, dismesso da molti anni e appositamente ristrutturato. Oggi è  abbandonato, come del resto sono alle mercé delle intemperie e dei vandali altri edifici scolastici dismessi. Risultano non utilizzati anche il centro turistico in contrada Avena e il rifugio forestale di Caramola, in alta montagna.

Municipio di Francavilla in Sinni

Il centro Avena è stato più volte ripristinato spendendo migliaia e migliaia di euro in seguito alle ripetute devastazioni. Intorno agli anni 2000 il Circolo Velico di Policoro  ne fece richiesta per la realizzazione di un suo progetto turistico, Mare e Monti. Non gli fu assegnato con gravi conseguenze sullo sviluppo turistico della nostra bellissima montagna, il monte Caramola.

Il centro di prima accoglienza turistica di via Roma, Palazzo Ciminelli, finanziato dal Parco del Pollino quando era a carattere regionale, dagli anni ’80 non è  entrato mai in funzione. Oggi è  semidistrutto per i lavori di adeguamento antisismico che sono stati sospesi e dall’incuria. Un locale al piano terreno è occupato dalla banda musicale del paese.

I  terreni ricavati dall’area golenale tra il torrente Frida e il Fiume Sinni, circa 30 ettari irrigui, a cura dell’Ente Irrigazione di Basilicata  negli anni 80 non sono mai stati coltivati o utilizzati in un altro modo. Non voglio annoiare i nostri lettori; ma voglio lanciare il mio grido di rabbia: come possiamo dare lavoro ai giovani se non sappiamo cogliere tutte queste opportunità!!!

Nelle terre  di recupero bastava per esempio impiantare un pioppeto con i cantieri forestali per continuare la tradizionale lavorazione del legno nelle segherie che oggi sono tutte chiuse. Quanti milioni di euro si sperperano con i cantieri forestali che assumono da noi forme assistenzialistiche e quindi anche anti educative. Se c’era disponibilità  della struttura progettata per casa di riposo, quella esistente poteva essere allocata in locali appropriati con maggiore disponibilità di posti e molti altri giovani potevano trovare occupazione.

Scorcio panoramico di Francavilla

Anche la forestazione produttiva la porcilaia, il centro turistico avrebbero potuto occupare giovani. E da cosa poi nasce cosa. E’ impensabile che dai fruttivendoli troviamo l’origano importato, le castagne e le noci che provengono dall’estero. Noi abbiamo una grande risorsa, la montagna che non sfruttiamo affatto. Una amministrazione locale è  capace e brava se sa soddisfare i bisogni dei cittadini.

Anche e soprattutto la richiesta di lavoro. La Basilicata  e quindi anche Francavilla si stanno spopolando. Diamoci una mossa: “Bisogna pensare globale e agire locale“.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi