23 novembre 1980: io c’ero

23 Novembre 1980 io c’ero quella notte a Balvano con i soldati del 91° Battaglione “Lucania” 10° ed 11° scaglione 80 con gli ufficiali Iliceto, Palazzeschi, Femminella e Della Morte che si prodigarono “a mani nude” nei primi soccorsi ad aiutare la popolazione subito dopo la terribile scossa delle 19,34.

Il primo ad arrivare a Balvano fu Emilio Colombo allora ministro degli esteri, accolto dal sindaco Ezio Di Caro. Il giorno dopo vennero in visita nei comuni distrutti dal terremoto il Presidente della Repubblica Sandro Pertini (nella foto con il sindaco di Pescopagano mai dimenticato Lorenzo Rubinetti) ed il Presidente del Consiglio Arnaldo Forlani.

Terremoto 80 Basilicata, on Emilio Colombo e on Zamberletti

Un ricordo ed un pensiero speciale all’onorevole Giuseppe ZamberlettiCommissario straordinario per le aree terremotate della Campania e della Basilicata che tanto ha fatto per la nostra Regione e la Protezione Civile. Bene ha fatto il Comune di Potenza ad intestargli la sala della Protezione Civile.

Terremoto 1980 Basilicata Pertini e il Sindaco Pescopagano Rubinetti

Bene ha fatto il comune di Potenza a dare la cittadinanza onoraria all’Esercito anche se con amarezza devo rilevare che questa è l’unica Regione, peraltro sismica, a non avere nessun presidio militare operativo dopo la soppressione ingiusta nel 2009 del glorioso 91esimo Battaglione Lucania.

Terremoto Basilicata Sandro Pertini e Arnaldo Forlani

Fino a quando ho svolto il ruolo di parlamentare e di componente della commissione difesa (2006) il 91esimo era lì, poi è stata un’altra storia ed abbiamo visto come è finita, ma oggi non è il giorno della polemica ma del ricordo e della memoria.

Terremoto 1980 Basilicata

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi