Marsico Nuovo era ed è ritornata ad essere Città

Marsico Nuovo è un bel comune che sorge ai piedi del monte Volturino. E’ situato su tre colline CIVITA, PORTELLO e CASALE. Gode di una posizione panoramica aggrappato com’è a una rupe da cui lo sguardo controlla la valle dell’Agri, valle pittoresca e affascinante della Basilicata.

Giovanna Saporito

Marsico ha origini preromane. La città era, a quei tempi, tra le città lucane che si opposero al domino romano, ed ebbe un ruolo molto importante grazie alla sua posizione strategica. Riusciva a controllare la val d’Agri e le vie verso il potentino e il salernitano. Ma con la conquista romana e la creazione della colonia di Grumentum, la città di Marsico fu dimenticata…

Il Decreto del Presidente della Repubblica, datato 24 febbraio 2021, è stato consegnato dal Prefetto Annunziato Vardè, al Sindaco di Marsico Nuovo, Gelsomina Sassano, oggi 8 marzo. Marsico ha ricevuto il titolo onorifico di CITTA’, tale titolo va ai Comuni che si sono distinti per la loro importanza storica, artistica, civica e demografica.

Marsico Nuovo (Pz)

Alla cerimonia hanno partecipato il Presidente della Provincia di Potenza, Rocco Guarino, il Presidente dell’Anci Basilicata, Salvatore Adduce e assessori e consiglieri dell’Amministrazione del Comune di Marsico Nuovo. A tale proposito, orgogliosa di essere Lucana e Marsicana e apprezzando il riconoscimento dedico alcuni miei versi tratti dal mio libro “RADICI“ per danzare insieme in questo paesaggio incantato.

 

UN GREZZO DIAMANTE

Gli occhi blandiscono con dolcezza l’anima sospira, corre per le valli il cuore si aggira tra i monti saltella di cima in cima va verso il firmamento discende, abbraccia Marsico.

Marsico, grezzo diamante graffiato dal vento, si affida al suo soffiare si tinge al tramonto, di un rosso abbagliante un sogno diventa.

Marsico, grezzo diamante si immerge tra il tremolio delle stelle lo illuminano, lo rendono più scintillante non più un grezzo diamante ma un brillante.

Marsico Nuovo

DA PAESE A CITTA’

Il tempo mi viene a cercare mi porta su un ramo dall’alto osservo il paese addormentato, intorno rami frusciati,

Marsico si desta dischiude le mente pensante un sorriso si accende, il tempo si china ascolta la nuova voce nel silenzio di un paese risvegliato città.

Come un fiore, crescendo in una crepa di un muro si è fatto strada alla ricerca di luce Marsico paese, tenace, ha superato gli ostacoli ha dato splendore ai simboli d’arte e natura Marsico, da paese è diventato città ma ha lo stesso vento di prima.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi