102 anni fa nasceva il Prof. Enzo Cervellino

Prof. Enzo Cervellino

Il 9 aprile 2021 il Prof. Enzo Cervellino avrebbe compiuto 102 anni. Il Preside come veniva chiamato da tutti anche quando ricopriva incarichi istituzionali, é stata una delle personalità più autorevole negli anni 50-80 che ha caratterizzato e segnato non solo il comune di Rionero in Vulture, l’intera zona del vulture-melfese, ma l’intera regione e la Democrazia Cristiana di Basilicata.

A leggere la sua lunga ed affascinante biografia si coglie subito che era un uomo poliedrico, colto, semplice, disponibile, un politico aperto al rinnovamento. Proveniente dalle file dell’Azione Cattolica, intriso della cultura del cattolicesimo democratico condivise il pensiero di Sturzo e nel 1945 aderì alla Democrazia Cristiana. Nell’ambito religioso ha svolto ruoli rilevanti, Presidente di Azione Cattolica della Diocesi Melfi-Rapolla-Venosa, fondò il Movimento dei Laureati Cattolici e per oltre 10 anni fu presidente dell’Unione Cattolici insegnanti scuole medie cattolici.

Nella DC ha ricoperto diversi incarichi, da segretario di sezione a Rionero, a quello zonale, componente del Comitato Provinciale e della Giunta Provinciale nel 1953 fu eletto Segretario Provinciale. Nel 1956-60 é eletto Consigliere Provinciale e quindi Assessore alla Pubblica Istruzione ed al Turismo, nelle elezioni politiche del 1958 e del 1963 fu candidato alla Camera ed al Senato nel collegio di Melfi dove non è stato eletto per pochi voti.

Prof. Enzo Cervellino

Dal 1966 al 1970 fu Sindaco di Rionero e nel 70 fù eletto Consigliere Regionale, uno dei padri costituenti della Regione, ed Assessore alla Pubblica Istruzione nella prima giunta di Verrastro.

Ritornò a fare il Sindaco a Rionero nel 1980 gestendo la fase prima dell’emergenza e poi del post terremoto con efficienza e competenza da meritare l’encomio del Commissario Straordinario On. Zamberletti. In quegli anni non c’è stata iniziativa, opera, azione che non abbia registrato il suo pensiero, il suo impegno per la crescita socio-economica della comunità rionerese, della zona del Vulture.

Costante fù l’attenzione per l’apertura di nuove scuole, (la scuola media Granata, il liceo Ginnasio prima ed il liceo Classico poi, l’Istituto Magistrale femminile), il turismo (funivia di Monticchio). Le opere viarie, il recupero di siti archeologici (Venosa, Vaglio, Pietragalla) fino al progetto ed all’avvio dei lavori dell’0spedale di Rionero. Proprio su impulso dell’Assessore Cervellino il Consiglio Regionale approvò un disegno di legge da proporre in Parlamento per la istituzione dell’Università in Basilicata.

Il Preside si adoperò molto nel settore della scuola e della cultura perché era convinto che soprattutto una crescita culturale dei nostri giovani poteva far uscire le nostre comunità da condizioni di sotto-sviluppo. Cervellino aveva un’ampia visione politica, una coscienza europea infatti gettò le fondamenta in Basilicata del Movimento federalista di cui divenne segretario.

Lui credeva in un’Europa non federazione degli Stati, ma in un’Europa dei popoli con la creazione degli Stati Uniti d’Europa condividendo l’idea Degasperiana. Fù amico ed interlocutore vivace di Colombo, Fanfani Moro e con il Sen. Ciasca ebbe un’intensa e proficua collaborazione nel campo della cultura.

Da scrittore ha pubblicato dieci libri sulla storia della Lucania ed ampia è la pubblicistica con periodici da lui diretti (Nuove Cronache Lucane, L’Informatore del Vulture, L’Osservatore). Molteplici le onorificenze e gli attestati nazionali che ha ricevuto quando era in vita e successivamente dopo la sua morte.

Prof. Enzo Cervellino

Cervellino in questi anni non è mai stato dimenticato perché unanime è stato il riconoscimento per la sua onestà, rettitudine morale, la sua grande umanità e la disponibilità al dialogo ed al confronto.

Ho ricordato solo una parte del suo immenso lavoro che ha fatto ed ispirato, ma è indubbio che siamo di fronte ad una persona eccezionale nella sua normalità, figura di riferimento per tanti, maestro di vita e di saperi.

I lucani e coloro che si sentono ancora democristiani fanno bene ad essere orgogliosi del Preside Cervellino!

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi