Lavello: Presentazione del libro “Emilio Colombo, l’ultimo dei Costituenti” – 4 giugno 2022

Convegno con il botto, nella cittadina Dauna, presso il San Barbato Resort, “Un ricordo dell’on. Colombo: l’ultimo dei costituenti”.

P. Molinari – Lavello presentazione libro E. Colombo ultimo dei costituenti

Evento, voluto dal Presidente Michele Abbattista e il Consiglio di Amministrazione della BCC Gaudiano di Lavello, banca del nord Basilicata, per presentare una prestigiosa pubblicazione “Emilio Colombo –L’ultimo costituente”, curata dagli storici Prof Donato Verrastro dell’Università degli Studi della Basilicata e dalla storica professoressa Elena Vigilante..

P. Lamorte – Lavello presentazione libro E. Colombo ultimo dei costituenti

Con i due curatori sono intervenuti come relatori: Lillino Lamorte e Peppino Molinari, già parlamentari DC, che hanno conosciuto da vicino il presidente Colombo e con lui collaborato nel partito. nella regione e nel paese nel corso della migliore stagione democristiana poi bruscamente interrotta nel 1994.

Lamorte e Molinari, testimonianze di vita vissuta.

Per la cronaca da registrare la fattiva presenza dell’assessora regionale Donatella Merra.

Hanno collaborato all’organizzazione Donato Masiello e Pasquale Tucciariello del Centro Studio Leone XIII sede di Lavello oltre a coordinare i lavori e moderare il dibattito.

Gli autori Verrastro e Vigilante, nei loro interventi, hanno raccontato la lunga testimonianza, fatta qualche anno prima che Colombo morisse, gli eventi della storia politica e istituzionale e le vicende di vita privata arricchita da aneddoti poco noti

Attorno a un nome , “Colombo-Democrazia Cristiana”, si sono riunite oltre 200 persone provenienti dal nord Basilicata, dalla Puglia, dalla Campania e il resto della Basilicata, in un fine settimana caldissimo quando si ha tanta voglia di evadere e andare fuori.

Lavello presentazione libro E. Colombo ultimo dei costituenti

Cera respiro democristiano, voglia di un’idea politica nuova sul solco di radici che furono della DC e dei Popolari.

Tangibile, tra i presenti, l’arroganza di ritenere che ciascun gruppo e leader da solo e possa annettere tutti gli altri e venirne conosciuto.

Lontana la riunificazione e si mormorava tra la maggior parte dei presenti la voglia di un partito di cattolici.

Hanno chiarito, tra l’altro, nei loro interventi Lamorte e Molinari:

“quella stagione DC non è riproponibile pari pari, ma qualcosa di diverso e di simile è possibile anche perché è auspicato da tutti”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi