Arrivederci e grazie Lello Mecca

La Comunità potentina e quella lucana piangono per la dipartita del prof. Raffaello Antonio Mecca, Preside, docente del Liceo Orazio Flacco. Cattolico impegnato nel sociale, Lello è stata una persona esemplare sotto tutti i punti di vista.
Amato e temuto da tutti, Lello o il professore, come amava farsi chiamare, è stato anche un grande, bravo, onesto politico e Sindaco della città di Potenza dal 1975 al 1980.
Lello Mecca
Fu l’on. Antonio Potenza, unitamente a tutto il gruppo consiliare dell’anima movimentista della DC che si richiamava a Tanino Fierro, Rocco Sampogna, Antonio Triani, Fernando Barbaro e altri, che ha voluto la sua nomina a Sindaco, con l’imprenditore Tolla, ricordo sostenuto invece da Emilio Colombo, Vincenzo Marchese, Tonio Boccia e un ristretto numero di consiglieri che aveva già pronto il discorso prima di entrare nell’Aula Consiliare.
Fu nuovamente candidato a Sindaco nel 1995, dopo la fine dei Partiti storici, nelle liste del Centro Destra, dal CDU, con il 48% dei consensi al primo turno poi, ribaltato dal Sistema Basilicata, quello dei poteri forti che ancora oggi lucrano ai danni dei lucani e fanno accordi con tutti gli schieramenti, che consegnarono nelle mani della sinistra, la città capoluogo e la Basilicata.
Potenza Palazzo di città
Da capogruppo di Forza Italia sempre al suo fianco, ho vissuto una esaltante esperienza amministrativa di forte e dura opposizione per pretendere con lui, la buona Politica al servizio della gente. Mi onoro della sua stima e dello stretto legame confidenziale che ci legava. Con tutta la mia passione politica e civile ho preteso per la prima volta nella storia del funzionamento dell’assemblea Municipale potentina, che il Presidente del Consiglio Comunale spettasse alla minoranza e al Candidato Sindaco sconfitto, Raffaello Mecca. Così è stato.
Ho avuto sempre un ottimo e sincero rapporto con lui, prendendomi anche più di qualche affettuoso pizzicotto, accompagnandolo nel 1987, con Emiliano Potenza, Michele Triano, Nicola Gallicchio, Rocco Eboli e Rocco Summa in una difficile competizione elettorale, quale candidato alla Camera dei Deputati col numero 5 sempre per la Democrazia Cristiana, anche in quella circostanza, da soli contro tutto il resto del Partito per affermare la Politica nobile tra la gente e con la gente.
E’ stato un galantuomo, un saggio, uno storico, uomo di immensa cultura, molto amato e rispettato dai suoi concittadini e soprattutto dalle migliaia di alunni, che considerava tutti suoi figlioli. Questa foto è stata scattata nel corso della cerimonia di premiazione degli studenti del Liceo Classico Orazio Flacco nel 2022: pubblicherò nelle prossime ore la mia ultima intervista con lui.
Riposa in pace Lello: la città e i potentini hanno perso un grande protagonista. Grazie Preside, grazie Sindaco, per il tuo servizio reso alla Comunità studentesca, civile e sociale della nostra amata città e della Basilicata.
In questo triste momento, con la preghiera e nella Fede ci uniamo al dolore dei familiari con le mie e le nostre condoglianze, alla sua cara moglie, al fratello, alla cognata, ai nipoti e familiari tutti 🙏❤️

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi