PD e IV di Francavilla per una Sanità solidale

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

ll PARTITO DEMOCRATICO e ITALIA VIVA, di Francavilla in Sinni, esprimono sconcerto nel leggere un comunicato stampa, in risposta ad un articolo apparso sulla stampa locale due giorni fa, a firma dell’ex Sindaco Antonio Amatucci, nel quale si evidenziano la grande difficoltà del nostro sistema sanitario nazionale, di fronte all’emergenza del coronavirus e la inadeguatezza del sistema sanitario regionale che, con l’attuale organizzazione, penalizza le aree interne e periferiche, nelle quali si è verificato un progressivo depotenziamento delle strutture pubbliche esistenti, oggi incapaci di dare risposte esaurienti alle popolazioni.

Indipendentemente dal merito delle argomentazioni, non è democratico che, ogni qual volta si esprime un parere su aspetti che coinvolgono la collettività, si debba essere additati come “un non addetto ai lavori”, come se le istituzioni fossero di proprietà privata, tanto che il cittadino è considerato un ospite. Ebbene, rivendichiamo con forza e con determinazione la libertà di ognuno a poter esprimere la propria opinione su argomenti che coinvolgono la quotidianità collettiva, poiché questa è Democrazia.

Riteniamo altresì utile, indispensabile e proficuo il contributo che ognuno offre al confronto civile e democratico in una società evoluta; essa è tale se riesce a valorizzare ed esaltare tutte le forme di cooperazione, piccola o grande che sia, e va considerata una ricchezza e non un fastidio, in momenti difficili si coinvolge, si collabora, non si ammonisce dall’alto di presunte superiorità.

Non vogliamo farci trascinare in sterile polemica, il senso di responsabilità richiama ad un clima di fattibilità, di collaborazione e di azione collettiva.

Il momento storico che stiamo vivendo è drammatico, non possiamo e non dobbiamo lasciarci dominare dal nervosismo, ognuno deve fare la propria parte, perché siamo in guerra contro un nemico invisibile, per poterla vincere c’è bisogno di unità, non di divisione.

Si fa la propria parte, anche quando le varie Amministrazioni adottano provvedimenti non sempre condivisibili, con senso di responsabilità si osserva il tutto, senza mai contestare, questa è collaborazione; a nostro avviso, però nessuno può avere la pretesa di tentare di zittire, perché così si calpestano le più elementari forme di democrazia.

Nella nota di Amatucci, condivisibile, anche nel merito, da parte nostra, perché evidenzia lo squilibrio esistente tra il nord e il sud, non solo dell’Italia, ma anche della nostra regione, non si parla infatti di creare “lazzaretti”, bensì di riequilibrare i servizi all’interno dei territori.

Le iniziative dell’ex sindaco di Francavilla Antonio Amatucci e di Rossella Spagnuolo, volte a sensibilizzare la giunta regionale, ci sembrano più che condivisibili ed è nostro augurio che il governo regionale se ne faccia carico.

PD Francavilla e IV Francavilla

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi