Rionero consiglio comunale aperto su CROB

Ieri a Rionero in V. per il consiglio comunale aperto sul CROB alla presenza dell’Assessore Regionale alla Sanità Francesco Fanelli. Un’occasione di confronto utilissima e fortemente voluta dal sindaco Mario Di Nitto, dal Presidente Mauro Tucciariello e dalle parti sociali.
Alla carenza del personale medico si aggiunge un problema di governance dell’istituto ed una assenza di programmazione economica che possa rafforzare il punto di riferimento oncologico della Basilicata.
Esiste un tema ricerca: il CROB è agli ultimi posti per pubblicazioni e ricerca scientifica. Allora si utilizzino le risorse per offrire più assegni di ricerca e non per elargire contributi assai rivedibili.
Mai come in questi tempi sono state dedicate tante risorse alla sanità. L’ultimo decreto del Ministro Roberto Speranza assegna 2 milioni di euro alla Basilicata per l’edilizia sanitaria oltre a tutto il resto.
Si faccia di tutto per stabilizzare i precari ed assicurare i servizi. Si metta in campo ogni tentativo per contrastare l’emigrazione sanitaria rafforzando la sanità lucana, cerando soluzioni all’assenza del personale medico.
L’apertura della facoltà di medicina è un punto di partenza, ma le chiusure di logopedia, ostetricia e tecniche della prevenzione lasciano l’amaro in bocca.
Serve un piano sanitario regionale subito. Ne parleremo nella prossima direzione regionale del Partito Democratico Basilicata. Noi offriremo spunti e daremo il nostro contributo.
Occorre creare un’offerta territoriale diversificata per unire la Basilicata e non centrificare i servizi o, peggio, creare competizione territoriale. Lo hanno sottolineato con forza i moltissimi sindaci presenti ieri.
Ma è necessario dirlo con chiarezza che esiste un disegno di legge Gelmini, sostenuto con forza da Lega e Forza Italia, che punta ad acuire i divari attraverso l‘autonomia differenziata. Un tentativo di creare cittadini di serie A e di serie B. Un tema strattamente legato alla sanità ed ai livelli essenziali di prestazione. A spingere in questa direzione sono proprio due dei tre partiti che governano la Basilicata.
La discussione lunga a proficua di ieri è avvenuta nella meravigliosa cornice del Palazzo Giustino Fortunato, il quale disse: «L’Unità d’Italia è stata e sarà la nostra redenzione morale.» Lavoriamo affinché si garantisca questa unità e la coesione territoriale, il diritto universale alla salute ed il diritto a restare.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi