A Befana mia (poesia in dialetto napoletano)

A Befana mia

Ij song nu guaglion ‘mbertinente!

E stà bbefan numm ‘mbort nient.

C’aggia fa cu sta vecchia sdentata?

Oss’e ppell, nasuta e repicchiata;

c’à ttutti fa ribbrezz e fa ppaura:

a gent ‘anzian, giuvn’è ccriature?

Antonio Giulio Covino

Si fosse na nunnarella

Garbata, pulita e bella,

cumm so’ tutt ‘e nnonne

ca stann ‘a cchistu munn,

allora numme facess prià,

se ne putesse pure parlà.

Antonio Giulio Covino 6.1.2016

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi