I giovani di oggi si sentono invisibili

I numeri dei giovani che si sentono invisibili dopo due anni di pandemia sono ancora più preoccupanti, complici la didattica a distanza e il lockdown.

Ernesto Calluori

Le chiusure prolungate delle scuole hanno lasciato segni profondi accrescendo il divario tra l’Italia e l’Europa per numero di inattivi cioè del “Neet” acronimo usato per indicare i giovani tra 15 e 29 anni che non studiano e non lavorano.

Il lavoro che manca, il lavoro che cambia rende l’occupazione sempre più incerta e precaria. Non studiano, non lavorano e si sentono persi, con la convinzione e l’angoscia di essere dei falliti perché, magari, non riescono a superare gli esami ovvero non riescono a trovare un impiego.

Ora il Governo ha dato il via al “Piano Neet” che prevede una campagna informativa itinerante, dato che molti ragazzi in difficoltà non sanno che esistono realtà che li possono aiutare a riemergere. Per queste ragioni è importante la collaborazione con realtà territoriali e centri di aggregazione giovanili per intercettare coloro che hanno interrotto gli studi oppure per aver scelto un percorso non idoneo.

La nostra riflessione, tuttavia, si concentra sul significato della ricerca di un nuovo lavoro, sia nel caso di chi l’ha perso, sia nel caso di chi si appresta a cercarlo per la prima volta o dopo un periodo di assenza dal mercato del lavoro, scoraggiata da un contesto percepito come troppo complesso per poter essere affrontato con i propri mezzi. Ne consegue, quindi, la necessità di rendere operativo il decreto che vara il piano strategico per la risalita dei ragazzi Neet con la certezza di essere in linea con i fatti e proposte attuative.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi