L’Epidemia in attesa di vaccini

Ernesto Calluori

Si tratta di una lotta lunga e dolorosa, ma essere cauti e spaventati è giusto.

La sfida al virus per chi arriverà prima a un vaccino anti coronavirus è aperta da circa un anno: da quando nel dicembre 2019 in Cina scoppiarono i primi casi di infezioni.

Vaccini americani, cinesi, russi, anglo-italia. Da allora la tragica pandemia ha causato lutti e disastri economici in tutto il globo terrestre.

Stati Uniti, Cina, Russia e Unione Europea sono impegnati in una spasmodica sfida che è molto simile a una nuova guerra tra superpotenze per l’egemonia mondiale di tipo sanitaria, economica e politica. Donald Trump si è giocato tutto.

Il presidente della Repubblica Cinese, dopo la guerra dei dazi vuole vincere la gara sanitaria con Trump. Putin si gioca tutto. L’italia è nell’occhio del ciclone: se è vero che l’incremento dei nuovi casi positivi ha rallentato, è altrettanto evidente che restiamo con una media giornaliera attorno ai trentamila.

Il governo Conte ha deciso ulteriori restrizioni nelle relazioni sociali e nelle attività economiche. Le limitazioni alla libertà di movimento e ai contatti umani sono per ora gli unici rimedi contro la propagazione del contagi in attesa di un vaccino efficace. Tanti potenziali vaccini ma per adesso tanti vaccini nessun vaccino.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi