Il peggio deve ancora arrivare

La domanda che corre sulla bocca dei cittadini è diventata un refrain: il peggio deve ancora arrivare! Addio ai prezzi fermi! La benzina è aumentata del 15%; la corrente elettrica del 20%; il gas salirà del 30% e la bolletta elettrica del 40% secondo le recenti previsioni.

Ernesto Calluori

Si ipotizza anche l’introduzione di una imposta patrimoniale sui redditi più alti allo scopo di far fronte all’astronomico debito italiano. I rincari per l’energia incidono su tutto e la ripresa economica si arresta a causa del coronavirus.

Chi ne fa le spese sono i cittadini già stravolti dalla pandemia: lavoratori dipendenti, autonomi, disoccupati, pensionati. I primi segnali si notano con i rincari dei prodotti alimentari nei supermercati e nei mercati.

Mario Draghi non ha parlato di rincari di bollette né della crescita delle tasse. Ha fatto, però, una affermazione: “occorre prendere decisioni necessarie anche impopolari” che ha creato un certo allarmismo nell’opinione pubblica. Finora il presidente Draghi ha goduto un alto consenso contro il Covid da decidere l’obbligatorietà del Green pass per i lavoratori pubblici e privati. E’ stata una decisione difficile e non scontata per la fiera opposizione che alla fine si è dovuta arrendere.

Mario Draghi

Al peggio esistente e a ciò che dovrà ancora arrivare, incuranti dei problemi reali, la politica si trastulla a chi la spara più grossa facendo nomi di ogni genere sul prossimo inquilino del Quirinale. La politica vuol dire, invece, scegliere per il bene del Paese e dei suoi cittadini, cercando di guardare alla soluzione dei problemi con gli occhi di chi sta peggio, di chi rischia di autoescludersi dalla società.

Il vero problema è che dal chiacchiericcio autunnale si sta passando alla paralisi invernale. Le considerazioni e le conclusioni sono ovvie: alla crisi economica, corrisponde una crisi politica di ampie dimensioni.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi