Il pensiero progressista riguardo ai nodi da sciogliere

Viste le premesse e i veti incrociati sui vari provvedimenti bandiera delle diverse forze ricevute dal Presidente incaricato, non sarà semplice ottenere una volontà comune in Parlamento.

Ernesto Calluori

Riformismo significa cambiare non “pur che sia” ma cambiare progressivamente la struttura sociale ed economica al maggior numero di cittadini senza tagliare diritti o precarizzare la vita delle persone. Sono cadute le ideologie, si sono mischiate le culture, ma c’è un odio senza uguali verso le classi politiche al potere e giustamente contro la corruzione. Non vedo la natura progressista in una coalizione che si profila all’orizzonte. Non voglio dare ricette per la soluzione dei problemi ma con umiltà mi permetto fare alcune considerazioni fondate su principi attinenti ai problemi reali, le quali non sono di destra, né disinistra , né di centro.

Non hanno bisogno di alcuna etichetta perché sono proposte progressiste. La forza vitale di un partito politico deve essere incisa nei principi di civiltà e di giustizia sociale che abbiano affinità con la sicurezza e della libertà della persona, Al contrario invece, la politica senza principi morali e di giustizia sociale, dà spazio agli opportunisti, agli affaristi che si servono della politica per legittimare il loro potere e per gestire al meglio i loro affari in modo legale. In definitiva, il tema della formula del pensiero progressista è un pensiero politico fondato sul principio che la dignità umana è sacra.

Mario Draghi

L’essere umano, qualsiasi attività svolga, ha diritto di essere rispettato. I progressisti sono i promotori di nuove proposte attuative che mettono ordine ed equilibrio sociale, per migliorare la qualità della vita per tutti nel pieno rispetto dei diritti. A seconda delle scelte che si fanno, i principi sono la causa sia del bene che del male. In politica, i principi nobili, sono la luce di riferimento del percorso da seguire che servono a dettare norme su una più equa redistribuzione della ricchezza prodotta. A questo punto è d’obbligo chiederci- anzitempo- rispetto alla visione politica del presidente incaricato Mario Draghile mie convinzioni rientrano in quelle idee che oggi verrebbero definite del socialismo liberale” come terrà testa alle controparti ascoltate, in una ammucchiata di futura compagine governativa, far prevalere l’urgenza del compito affidatogli riguardo ad ogni posizione o interesse di questa o quella parte?

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi