PD: “Democraticamente” – Flip Flop

La crisi di governo è finita, non ci sono più quelle continue e pedanti dirette televisive, utili soltanto a conoscere mistici personaggi alla Ciampolillo.
Possiamo quindi tornare ad una narrazione un po’ più semplice e lineare.
E’ stato odiato, amato, odiato ancora, poi idolatrato l’avvocato del popolo. Dal giorno del suo primo incarico ne ha fatta di strada…

E così ora è costellato da questa narrazione romantica, fiabesca, quasi leggendaria. “L’uomo il cui giudizio verrà dato dalla storia”, aggiungerei “l’uomo che si è trovato in mezzo alla storia”. Sorriso smagliante, passo sciolto e ciuffo non ancora sfiorato dal bianco, l’uomo di mezza età che tutti vorremmo essere. Ma è davvero un’occasione sprecata? Giuseppe da Candela è davvero lo statista incompreso, come ci raccontano i nostri simpaticissimi amici a LA7 o su TVLOFT?

Antonio Maurella

Francamente, credo che le cose siano andate molto meglio, ma Mario Draghi, di cui si è parlato abbondantemente, lasciamolo così cosparso da questo velo di santità e lasciamoci guidare dal profondo silenzio che noi tutti speriamo ci porti lontano.

“L’ex più bello d’Italia” è la sola figura gentile, per bene, che il nostro paese si è lasciata scappare? Ritengo che non sia l’unica, mi viene in mente più di un nome pensando ad un simile profilo, ma vorrei concentrarmi su un tratto comune che Giuseppi condivide con un’altra figura dalla discreta caratura politica ed istituzionale, Enrico Letta.

Giuseppe Conte

Due profili distanti anni luce, una personalità da Légion d’honneur e da Comitè Action Publique, l’altra da “Il governo Trump, governo del cambiamento” fino al “confortevolegoverno giallorosso. Accomunati dall’aver subito la “mossa del cavallo” dal “rampante di Rignano” che, polemiche a parte, ha messo fuori dai giochi parecchia gente che, con uno scambio di cappotti, si è trovata in un grande ballo di gala vestita di stracci.

Ma quanto possono essere distinguibili Letta ed il nostro caro Conte, ormai non così caro, visti gli ultimi sondaggi di SWG? Giuseppe Conte è stato un accademico, dalle discrete doti, all’Università di Roma Tre passando per l’ateneo di Sassari e per poi arrivare alla cattedra di diritto privato presso l’Università di Firenze.

La sua carriera politica inizia come Presidente del Consiglio dei Ministri, tanto vera quanto sconcertante. Proprio così, è uscito dal nulla o da qualche iperuranio pentastellato a noi “casta” sconosciuto. Più recentemente elevato come “la carta decisiva del fronte democratico”, per poi lasciare il fronte e diventare leader degli stellati.

Alla sponda opposta Enrico Letta, un discreto accademico, dal 2015, dopo aver abbandonato l’emiciclo, dirige la scuola di affari internazionali dell’istituto parigino Sciences Po. Il profilo politico di Letta è ben più marcato rispetto al precedente analizzato. Il suo curriculum politico vanta, oltre all’esperienza da Premier, la vicesegreteria del Partito Democratico dal 2009 al 2013, diverse esperienze da ministro della Repubblica nei governi Amato e D’Alema, sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri durante il governo Prodi II. Una figura non proprio inesperta, dalla faccia pulita e dalla discreta caratura istituzionale, purtroppo caduta tra le brame del “rampante”.

Enrico Letta

Un deus ex machina riporta Enrico sulla scena e spetta a questi due volti “buoni”, cercare la via per arginare i cattivi. Con la convinzione che questa casa non sia mai appartenuta ad uno dei due, ma che possa restare solida grazie a chi ne ha gettato le fondamenta, tra cui, un certo Enrico Letta (sigh!).

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi